Bisogna fare molta attenzione allo stato dei nostri tetti, e se è necessario, intervenire col rifacimento o la ristrutturazione prima che i danni siano eccessivi.

L’umidità causata da infiltrazioni capillari nel tetto, più frequenti ovviamente in periodi di precipitazioni atmosferiche abbondanti, può essere causa sia di formazione di macchie di umidità all’interno delle abitazioni, sia, se ignorata per lungo tempo, di gravi danni anche allo stesso tetto e alla struttura dell’edificio.

Il tetto infatti, al di sotto della copertura, ha una intelaiatura tipicamente formata da travi in legno che, seppure coibentate, non nascono per essere esposte agli agenti atmosferici, l’acqua e la neve in primis.

Umidità o infiltrazioni d’acqua che danneggiano il tetto

Verificate la presenza di acqua nella struttura del tetto! Le infiltrazioni capillari in varie parti del tetto possono portare a danni alle strutture poiché le travi in legno, bagnate sempre di più dalla umidità crescente, inevitabilmente subiscono un processo di ingrossamento e rigonfiamento che rende il tetto sconnesso e successivamente, ovviamente, non saranno più in grado di reggere il peso stesso del tetto essendo marce.

Anche le travi in ferro subiscono analoga degradazione: in questo caso non si tratta di marcire, ma di formazione di ossido di ferro, ovvero di ruggine, che renderà le travi metalliche via via più friabili è, poiché il calcestruzzo è poroso, intaccheranno anche una solida struttura portante in cemento armato.

È quindi fondamentale intervenire fin da subito su un tetto in cui si sospettino infiltrazioni, onde evitare che successive precipitazioni atmosferiche vadano via via a intaccare altre parti della casa o dell’intero edificio rendendo necessari interventi ben più pesanti che il semplice rifacimento del tetto.

L’umidità però può causare un lento degrado del tetto anche se proveniente dal basso o dall’interno: fenomeni eccessivi di condensa interna, protratti per lunghi periodi di tempo, possono via via intaccare prima lo strato superficiale, poi gli strati più profondi dell’intonaco.

È il caso, ad esempio, di case le cui fondamenta non siano perfettamente isolate: l’umidità, ovvero l’acqua e quindi la ruggine, potrà risalire lungo tutta la struttura portante dell’edificio.

In caso, ad esempio, di ristrutturazione di un vecchio stabile che presenti evidenti segni di umidità ovunque, è sempre bene verificare che l’acqua provenga dal tetto e non dal basso, e verificare con apposita strumentazione il livello di degrado interno: il caso del tetto da cui filtra acqua è, in realtà, un caso sicuramente meno dispendioso di questo e occorre verificare con precisione da dove filtra l’acqua.



Se hai bisogno di un esperto in ristrutturazioni e rifacimento tetto consulta dei preventivi gratuiti online

Bisogna fare molta attenzione allo stato dei nostri tetti, e se è necessario, intervenire col rifacimento o la ristrutturazione prima che i danni siano eccessivi. L'umidità causata da infiltrazioni capillari nel tetto, più frequenti ovviamente in periodi di precipitazioni atmosferiche abbondanti, può essere causa sia di formazione di macchie di…

Valutazione dell'articolo

Utilità - 94%
Pertinenza - 90%
Chiarezza - 89%

91%

Buono

Un buon articolo su rifacimento tetto

User Rating: 3.5 ( 1 votes)