Sino ad oggi è prevalsa l’idea che per raggiungere l’efficienza energetica fosse necessario installare i pannelli solari sul tetto dell’abitazione.

In seguito alla ventiquattresima edizione di Restructura, una mostra che si tiene annualmente a Torino in tema di edilizia e architettura, sono state avanzate un gran numero di idee per ristrutturare una casa, senza doverla letteralmente stravolgere e aumentarne l’efficienza energetica.

 

Tali Idee hanno completamente sfatato la credenza consolidatasi nel corso degli anni, secondo la quale l’efficienza energetica può essere raggiunta solo installando un impianto fotovoltaico sul tetto della propria abitazione accludendo il solare termico per poter abbattere i costi delle bollette. Vediamo le novità.

 

Vetri cellulari, pavimenti radianti e materiali isolanti nel futuro della nostra casa

Quando si vuole ristrutturare una casa indipendente, occorre senz’altro partire dalle fondamenta, e quindi dalle pareti sottostanti ai pavimenti, una vera minaccia per la tenuta termica dell’abitazione in quanto sono considerati veicoli privilegiati dell’umidità di risalita.

A tal proposito, la soluzione potrebbe essere quella dei vetri cellulari, materiali che derivano per oltre il 60% dal riciclo delle bottiglie di vetro, dallo stagno al vapore e dall’acqua.

Il vetro cellulare si presenta sotto forma di pannelli sottili i quali possono essere immersi nel cemento fresco o nella ghiaia e possono fornire un valido contributo all’efficienza energetica della casa equivalente a circa 0,04-0,05 W/mK.

 

Per quanto concerne invece i pavimenti, Restructura ha proposto una vera novità nella figura dell’installatore di pavimenti radianti a bassa temperatura, che potrebbe presto sostituire quella classica del piastrellista.

I pavimenti radianti a bassa temperatura sono delle serpentine tubolari concentriche, da posizionarle una accanto all’altra, su tutta la superficie, le quali hanno il compito di trasportare acqua a una temperatura in grado di mantenere costante il rapporto tra quelle del corpo umano e dell’ambiente domestico.

Creando così un benessere notevole per il corpo, il quale vivendo a contatto con ambienti di circa dieci gradi inferiori alla temperatura esterna non risente degli sbalzi di calore, con un grande vantaggio per le vie respiratorie.

Inoltre il calore non disperdendosi in alto come avviene invece con il moto induttivo generato dai termosifoni e rimanendo ad altezza uomo consente di dare vita sino al 25 % di risparmio sulla spesa per il combustibile.

 

Poiché l’isolamento termico rappresenta un fattore di primaria importanza all’interno delle nostre abitazioni, molti architetti dall’anima green spesso promuovono l’adozione di materiali come la fibra di cellulosa, ricavata dal riciclo dei giornali che deve essere inserita nelle intercapedini mediante un sistema di insufflaggio realizzato attraverso fori di 30 millimetri di spessore. In tal modo è possibile ottenere sia un deciso miglioramento dal punto di vista termico che per quanto riguarda il comfort abitativo in quanto la fibra di cellulosa non emette sostanze nocive.

Altra novità riguarda l’illuminazione. Si tratta di Lightway, un nuovo sistema di lucernario tubolare, il quale cattura il sole all’esterno mediante un sistema di superfici concavo per poi provvedere a condurlo al centro della stanza e sfruttarlo con le lampadine.

 

Per quanto concerne il tetto, vanno menzionati i pannelli sandwich in lamiera metallica già coibentati con l’ausilio di poliuretano o lana di roccia; essi sono dei sistemi di copertura alternativi alle tegole. Adottando questi materiali, il sottotetto acquisisce non solo una maggiore qualità, ma anche un livello di impermeabilità superiore.

A volte basta il buonsenso

ristrutturare casa indipendenteCome ben sappiamo il comfort abitativo può essere raggiunto sfruttando il progresso tecnologico in atto. I Materiali isolanti e gli impianti sempre più sofisticati sono capaci di apportare grandi vantaggi al benessere di chi abita una casa.

Basti considerare gli infissi di ultima generazione, i quali trattengono all’interno della casa l’aria prodotta dagli impianti di condizionamento e impediscono a quella proveniente dall’esterno di insinuarsi, se non sfruttando i cosiddetti ponti termici.

Comunque andrebbe ricordato che a volte non serve la tecnologia per poter creare condizioni ottimali all’interno della casa, basta semplicemente un po’ di buon senso.

Ad esempio nel corso delle cosiddette mezze stagioni, quando la temperatura non è troppo fredda o troppo calda, si può evitare di accendere il climatizzatore indossando un maglioncino dentro casa, se si avverte il freddo.

Oppure schermare nel modo migliore le finestre dell’abitazione durante l’estate, in modo da impedire che la luce solare renda più calda l’atmosfera all’interno degli ambienti.



Desidereresti maggiori informazioni e ricevere fino a cinque preventivi gratuiti? Visita ora

Hai un’Impresa Edile e cerchi nuovi clienti? Clicca qui

Sino ad oggi è prevalsa l’idea che per raggiungere l’efficienza energetica fosse necessario installare i pannelli solari sul tetto dell’abitazione. In seguito alla ventiquattresima edizione di Restructura, una mostra che si tiene annualmente a Torino in tema di edilizia e architettura, sono state avanzate un gran numero di idee per…

Valutazione dell'articolo

Utilità - 93%
Pertinenza - 95%
Chiarezza - 97%

95%

Ottimo

Articolo abbastanza esauriente su come ristrutturare casa indipendente

User Rating: Be the first one !