Siete alle prese con la ristrutturazione della vostra casa? Il cappotto termico può rivelarsi un’ottima soluzione per tutti coloro che hanno intenzione di ricorrere a una struttura in grado di permettere il riscaldamento e il raffreddamento della propria abitazione comprimendo in maniera anche sensibile i costi che possono derivarne in bolletta. Per poter godere di questo vantaggio in termini di prezioso risparmio energetico, va però precisato che nella ristrutturazione effettuata sull’edificio in causa vanno seguiti una serie di accorgimenti che possono tutelare da lavori fatti in maniera approssimativa e che come tali potrebbero vanificare almeno parzialmente la soluzione adottata.

Cappotto termico: ecco gli accorgimenti da adottare

Quando si opta per il cappotto termico è necessario partire dalla consultazione di un tecnico, la figura più indicata per dare le giuste indicazioni non solo in merito alla soluzione ideale, ma anche per quanto concerne le agevolazioni fiscali collegate all’adozione dello stesso. Naturalmente, un errore da non fare è quello di delegare tutto al tecnico, senza più interessarsi di quanto stia avvenendo nella messa in opera del cappotto termico. Il secondo passo non può che essere la consultazione di più di un preventivo, come del resto puoi fare proprio su questo sito. Le condizioni specifiche come la classe energetica, il clima tipico della zona in cui è situato l’edificio o la sua esposizione alle intemperie, non possono non essere oggetto di una serie di valutazioni che debbono tenere conto anche della disponibilità economica. Non andrebbe poi sottovalutata l’importanza di scattare una immagine termografica prima di progettare il cappotto termico, in grado di evidenziare i ponti di calore, ovvero le parti dello stabile in cui lo scambio di calore avviene con maggiore rapidità. Per quanto riguarda la scelta dei materiali, va naturalmente precisato che ognuno di essi ha un diverso grado di conducibilità termica il quale andrebbe attentamente considerato in sede di scelta. Più il grado di conducibilità è basso, migliore sarà il rendimento del cappotto termico. Da non dimenticare la posa dei pannelli, la quale deve essere svolta ad arte, in modo da non rendere vana la qualità dei materiali. Una posa effettuata male può annullare anche le proprietà dei materiali più straordinari, con una resa pericolosamente vicina allo zero. Infine, la garanzia da parte della ditta cui è stata affidata l’esecuzione dei lavori sulla tenuta, la quale dovrebbe coprire almeno un quinquennio, in quanto diventa una assicurazione contro montaggi e fissaggi eseguiti in maniera non corretta e dai danni sempre in agguato da parte delle intemperie.

Le spese per il cappotto termico vanno pagate con bonifico bancario

Abbiamo parlato degli accorgimenti pratici che dovrebbero sempre accompagnare l’adozione del cappotto termico. A questi vanno poi aggiunti anche quelli di carattere finanziario, tesi a garantire all’utente il godimento delle facilitazioni concesse a livello statale a tutti coloro che optano per questa soluzione. Sotto questo punto di vista, va ricordato che le operazioni di pagamento debbono essere espletate sotto forma di bonifico, nel quale va specificata la causale relativa al risparmio energetico. Soltanto le somme pagate per mezzo di bonifico bancario, infatti, possono essere oggetto di detrazione fiscale del 50% nella dichiarazione dei redditi relativa agli anni seguenti. Una opportunità che rende ancora più conveniente il cappotto termico, a patto di non sciuparla aderendo ad altre forme di pagamento.



Hai necessità di ristrutturare casa e incrementare l’isolamento termico della stessa? Richiedi online un preventivo gratuto.

Ti occupi di isolamento termico e cerchi nuovi clienti?

Siete alle prese con la ristrutturazione della vostra casa? Il cappotto termico può rivelarsi un’ottima soluzione per tutti coloro che hanno intenzione di ricorrere a una struttura in grado di permettere il riscaldamento e il raffreddamento della propria abitazione comprimendo in maniera anche sensibile i costi che possono derivarne in bolletta. Per…

valutazione dell'articolo

Utilità
Pertinenza
Chiarezza

Buono

Un articolo molto utile

User Rating: 3.95 ( 1 votes)