Nell’ambito delle ristrutturazioni, bisogna usare una terminologia precisa a seconda dell’intervento che si vuole effettuare. Quando si parla di ristrutturazione, per rientrare nell’ambito della ristrutturazione stessa e non, invece, della nuova costruzione, che necessita di autorizzazione edilizia, sia che si tratti di demolizioni interne, sia che si tratti di demolizioni esterne, occorre che la ricostruzione, successiva alla demolizione, sia conforme a certi requisiti.

Occorre quindi verificare tali requisiti con precisione, perché in mancanza di questi, la sola DIA, ovvero la Dichiarazione di Inizio Attività da presentarsi presso l’Ufficio Tecnico del Comune non è sufficiente.

punsante-preventivi

Quando serve il permesso di costruzione

Se tali requisiti non sono rispettati, è d’obbligo richiedere un permesso di costruzione, onde evitare l’incorrere nel reato di abuso edilizio.

Da tenere presente che, per aumentare la superficie calpestabile di una abitazione, anche se tale aumento è dovuto alla sola demolizione di un muro interno che non sia portante, occorre il permesso di costruzione. Mentre se si tratta di spostamenti di muri interni, che non modificano la volumetria dalla abitazione, non ne aumentano né lo spazio calpestabile, né il numero dei locali e infine che non prevedono modifiche alla destinazione d’uso dei locali stessi, basta la DIA.

Questo per quanto riguarda le demolizioni ed eventuali ricostruzioni che siano esclusivamente interne.

Demolizioni e ricostruzioni

Se siamo nel caso di demolizioni che riguardino anche le pareti esterne dell’edificio, si parla di interventi di ristrutturazione e non di nuova costruzione se l’edificio ricostruito rispetta in pieno la sagoma dell’edificio esistente, ne rispetta la volumetria, ne rispetta la posizione.

Fanno eccezione invece gli interventi che siano richiesti per un adeguamento alla normativa antisismica.

In generale comunque, le demolizioni possono comunque essere limitate ai soli pavimenti e rivestimenti, e in questo caso non è richiesta alcuna autorizzazione edilizia, oppure possono interessare anche muri e tramezzi, e in questo caso viene richiesta una apposita autorizzazione di costruzione edilizia che viene rilasciata dall’Ufficio Tecnico del Comune in cui si trova l’edificio.

Nel caso in cui si vada però a eseguire lavori di demolizione, interni o esterni, in edifici che siano soggetti a vincolo delle Belle Arti e, in alcuni casi, a vincoli paesaggistici, occorre ottenere specifica autorizzazione alla demolizione e successiva ricostruzione, che potrebbe includere non solo sagoma e volumetria, o anche colore dell’edificio nel caso in cui a essere demoliti siano i muri esterni dell’edificio, ma anche vincoli sull’utilizzo del materiale che verrà poi utilizzato per la ricostruzione.



Devi ristrutturare casa e cerchi un preventivo gratuito? Confronta tra 5 preventivi gratuiti di imprese edili e scegli quello che fa per te.

Hai un’impresa edile e cerchi nuovi clienti?

Nell’ambito delle ristrutturazioni, bisogna usare una terminologia precisa a seconda dell’intervento che si vuole effettuare. Quando si parla di ristrutturazione, per rientrare nell'ambito della ristrutturazione stessa e non, invece, della nuova costruzione, che necessita di autorizzazione edilizia, sia che si tratti di demolizioni interne, sia che si tratti di demolizioni esterne,…

Valutazione dell'articolo

Utilità - 85%
Pertinenza - 93%
Chiarezza - 94%

91%

Buono

Un buon articolo su le demolizioni

User Rating: 3.98 ( 2 votes)